Sviluppo4d.it
Sito indipendente di informazioni tecniche per sviluppatori 4th Dimension italiani  

Sviluppatori 4D

Utility 4D

Risorse 4D



4d logo
Naviga: Prev Next

Titolo: Modificare lo stato di una relazione: SET FIELD RELATION

Categoria: Comandi Ultimo Aggiornamento: 06/07/09


Per modificare lo stato di una relazione è assai utile il comando SET FIELD RELATION, soprattutto quando una relazione non è definita automatica da struttura e invece si vuole che lo diventi temporaneamente. La sintassi del comando è:

SET FIELD RELATION (manyTable | manyField; one; many)

dove
- manyTable è la tabella e in questo caso la modifica varrà per tutte le relazioni che partono dalla tabella;
- oppure manyField è il campo da cui parte la relazione;
- one e many prendono il valore delle seguenti costanti per definire le relazioni uno e molti:
Do not modify (0) non modifica nulla;
Structure configuration (1) prende per la relazione il valore stabilito nella struttura;
Manual (2) rende la relazione manuale;
Automatic (3) la rende automatica.


Un esempio:

SET AUTOMATIC RELATIONS(False;False) `Reset delle relazioni
`Solo le relazioni definite adesso verranno usate
SET FIELD RELATION([Invoices]Cust_IDt;Automatic;Automatic)
SET FIELD RELATION([Invoice_Row]Invoice_ID;Automatic;Automatic)
QR REPORT([Invoices];Char(1);True;True;True)


Inviato da: PierPaolo Sichera Visite: 4189

Se accedi con utente e password, puoi aggiungere dei commenti.


Accesso

User: Nuovo
Pass: Accedi

Utenti Registrati

Cerca

Se non trovi le informazioni che cerchi scrivi a aiuto@sviluppo4d.it

4D Principali

4D Discussioni

Faq random


Crediti

Dominio registrato da ZetaNet
Sito realizzato da Nexus srl
4D SQL 11.8.0 offerto da 4D & Italsoftware
Icone di FAMFAMFAM
Moderato da Umberto Migliore
264 utenti registrati

Pagina servita il 26/09/17 alle 18:08:08 Valid HTML 4.01! Valid CSS!

Mutuo Facile, Serie Filmcards, Serie Singloids e altre app di Nexus srl per iPhone e iPad

Cidroid, distributore italiano lettori barcode per Apple iPhone, iPod, iPad della IPC